Archivi tag: natìo borgo selvaggio

Tutta Palestra (quattro anni dopo)

2 commenti

[Quello che segue è un discorsetto in tre parti che ho letto ieri sera, all’AiaFolkFestival di Novi di Modena, il mio natìo borgo selvaggio, in mezzo al concerto di (glom!) Paolo Fresu e la Scraps Orchestra (che mi hanno anche accompagnato e … Continua a leggere


Uomini e topi

Lascia un commento

Una storia cruenta di eterna lotta con la natura nella bassa modenese. Ambientazione: i miei abitano a Novi di Modena, al limitare del paese. Davanti sono tutte case e strade, sul retro è aperta campagna fino al canale “Fossa raso”, … Continua a leggere


Tutta palestra

Lascia un commento

(Quello che segue è una specie di discorso di dieci-quindici minuti che abbiam fatto ieri, alla Fornace Carena di Cambiano, in provincia di Torino, durante una Festa della Solidarietà che raccoglieva due soldi per il mio natìo borgo selvaggio, Novi … Continua a leggere


Un paio di reading per la Pasqua dei lavoratori

4 commenti

I socialisti italiani, vivamente consapevoli del fascino spontaneo della nuova Festa del lavoro agli occhi di una popolazione in gran parte cattolica e analfabeta, usarono l’espressione «Pasqua dei lavoratori» almeno a partire dal 1892, e simili analogie diventarono correnti in … Continua a leggere


Mi son trovato davanti alla prova tangibile della fine delle cose costruite dall’uomo

Lascia un commento

… e nello specifico erano le cose costruite dall’uomo sotto le quali ho vissuto, giocato, amato, parlato, gridato e fatto a botte, delle volte, per almeno venticinque anni della mia esistenza. Così dicevo qualche mese fa, quando sono andato a vedere come … Continua a leggere