Archivi categoria: cose scritte in giro

Racconti molto ma molto brevi

Lascia un commento

Era po’ più bassa della media, magrolina, lesbica, faceva la cameriera in un bar di un grosso centro commerciale dove la titolare era una stronza, e guadagnava molto poco, ma viveva da sola perché coi genitori non riusciva proprio a … Continua a leggere


Racconti molto ma molto brevi

Lascia un commento

Un giorno, finalmente, dopo anni di ricerche, il Dottor Bernardi, uno dei biologi più importanti del mondo, scoprì il segreto della vita eterna. Nessuno lo rivide mai più. (su Barabba)


Racconti molto ma molto brevi

Lascia un commento

Giuseppe sembrava del tutto pelato, ma osservandolo da vicino si poteva notare un capello abbastanza lungo quasi al centro della testa. Solo che quel capello era il Diavolo. (su Barabba)


Così fan tutti (io con un mostro verde)

Lascia un commento

Fan tutti così, a quell’età lì, mi risulta, almeno i maschi, coi brufoli che puntellano la fronte e le erezioni granitiche, fresche e magnifiche, che devono esplodere il prima possibile di nascosto, costi quel che costi; lo fanno tutti, davvero, … Continua a leggere


Dialogo sull’eterogenesi dei fini (uno di quei dialoghi dai quali bisognerebbe fuggire a gambe levate – come poi in effetti accade)

Lascia un commento

Marco: beh è venuto su un bel dibattito 🙂 Diego: siamo gente piena di talento e creativa noi (ho sentito quasi tutto il podcast di paolo nori http://www.ilpost.it/wp-content/uploads/2014/09/scuola-elementare-di-scrittura-emiliana-per-non-frequentanti.mp3) dice che non sa cosa sia il talento o l’essere creativi quindi … Continua a leggere